Tecniche dell'incisione calcografica

Il corso si sviluppa sull’apprendimento dei principali mezzi tecnico-espressivi dell’incisione calcografica e di alcune delle sue svariate possibilità sperimentali. Gli studenti saranno seguiti individualmente e, oltre all’acquisizione delle tradizionali tecniche di base (puntasecca, acquaforte, vernice molle e acquatinta), potranno sperimentare varie combinazioni di tecniche.

Il laboratorio affronterà la pratica delle diverse tecniche alla comprensione delle sperimentazioni effettuate, facendo riferimento a vari eventi d’arte contemporanea, e a tutte le possibili problematiche ad essa connesse. Si richiede all’allievo una decisa capacità di analisi critica per sapersi confrontare con la nascita dei “nuovi linguaggi visivi” e per affrontare la grafica sottolineando la stretta relazione tra tecnica ed atto creativo. L’obiettivo è di far conoscere mezzi tecnici ed espressivi, in modo che non vi sia un diaframma fra la parte intuitiva e teorica e quella esecutiva, e di studiare a fondo le varie componenti che formano l’immagine (segno e materia).

Bibliografia

  • Armando Battistoni, Tecniche dell’incisione, Vicenza, Neri Pozza Editore, 1973
  • Paolo Bellini, Storia dell’incisione moderna, Bergamo, Minerva Italica Editrice, 1985
  • Renato Bruscaglia, Incisione calcografica e stampa originale d’arte, Urbino, ed. Quattroventi, 1988
  • Dario Betti, Tecnica dell’incisione. Xilografia. Incisione su metallo. Litografia. Firenze, Arnaud, 1979
Agim Sako
Agim Sako