Stefano Righetti
Stefano Righetti

Stefano Righetti insegna Estetica presso l’accademia di belle arti di Ravenna e presso l’accademia Ligustica di Genova ed Estetica dei new media presso l’accademia di belle arti di Bologna.

Titoli di studio

 Assegnista di ricerca dal 2014 al 2017 presso il Dipartimento di Filosofia e Comunicazione dell’Università di Bologna. Abilitazione in Filosofia Morale II fascia, conseguita nel febbraio 2014. Dottorato di ricerca in “Cultures et Sociétés” (Università Paris-Est), spécialisation: Philosophie; e Dottorato di ricerca in “Memoria culturale e tradizione europea” (Università di Pisa), settore disciplinare (SSD): M-FIL/06 Storia della Filosofia, conseguiti in co-tutela tra le due università il 15 giugno 2010 presso l’Università di Pisa. Laurea in Filosofia, conseguita l’11 luglio 2001 presso la facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Bologna.

Principali esperienze di studio e di ricerca

Il primo periodo della sua attività di ricerca si è concentrato soprattutto su temi dell’Estetica e dell’arte contemporanea. In questo ambito, fra il 1991 e il 1998, ha fondato e diretto la rivista La Stanza Rossa, tra le prime riviste in Italia a occuparsi in maniera specifica del rapporto arte-tecnologia e arte-comunicazione.
Successivamente, ha affiancato alle ricerche precedenti altri filoni di indagine, relativi alla filosofia contemporanea e all’ambito della riflessione etico-politica, nei quali ha approfondito le questioni relative al pensiero contemporaneo francese e, in particolare, al pensiero di Michel Foucault e a quello di Merleau-Ponty. La sua ricerca attuale verte sui problemi presenti nella riflessione occidentale circa il rapporto fra la temporalità e lo spazio. Tema sviluppato in successivi studi e volumi in ragione di un’etica ecologica, e approfondito anche in funzione di una rilettura critica dell’Estetica occidentale.

Elenco delle principali pubblicazioni

  • La ragione ecologica. Saggi intorno all’Etica dello spazio, Mucchi, Modena, 2017.
  • Etica dello spazio. Per una critica ecologica al principio della temporalità nella produzione occidentale, Mimesis Edizioni, Milano 2015.
  • Foucault interprete di Nietzsche. Dall’assenza d’opera all’estetica dell’esistenza, Mucchi Editore, Modena 2012.
  • Letture su Michel Foucault, Liguori, Napoli 2011.
  • La fantasia e il potere, Mucchi Editore, Modena 2008.
  • Soggetto e identità. Il rapporto anima-corpo in Merleau-Ponty e Foucault, Mucchi Editore, Modena 2006.

Curatele di volumi

  • La Stanza Rossa. Trasversalità artistiche e realtà virtuale negli anni 90, (a cura di Stefano Righetti, Francesco Galluzzi, Alessandro Finelli; postfazione di Antonio Caronia), ed. FabulaO, Bologna 2005; nuova ediz.Costa&Nolan, Milano 2007.
  • Immaginario collettivo e nuovi linguaggi della comunicazione (a cura di S. Righetti e F. Galluzzi), Edizioni dell’Ortica, Bologna 1996.

Saggi

  • Pasolini-Foucault, l’ineludibile lontananza, in «Iride» n. 3, 2018, Il Mulino, Bologna.
  • Ecologia e biopolitica, in «Millepiani» n. 41, settembre 2018, Ass. Culturale Eterotopia, Milano, pp. 79-86
  • Una lettura storico-critica di Foucault, in «Iride» n. 1, 2018, il Mulino, Bologna, 2018, pp. 201-204.
  • Introduzione a ‘Lavoro e decrescita: una doppia sfida’, in «Officine filosofiche» n. 4, Ecologia, decrescita, dispositivo, Mucchi, Modena, 2018, pp. 15-20.
  • La differenza natura-cultura e il rapporto vita-lavoro tra Bateson e Marcuse, in «Dianoia» n. 23, 2016, pp. 419-448.
  • La natura come “limite” nell’evoluzione tecnica, in «Officine filosofiche» n. 3, 2016, pp. 57-69.
  • L’etica del limite nella teoria della decrescita; in «Officine filosofiche» n. 2, Ecologia, esistenza, lavoro, marzo 2015, Mucchi editore, Modena, pp. 83-93.
  • Foucault, l’invisibile e la fotografia; in «Quadranti – Rivista Internazionale di Filosofia Contemporanea» Volume II, nº 1, 2014, pp. 360-379.
  • L’officina critica del filosofo, in «Officine filosofiche», novembre 2012, Mucchi Editore, Modena.
  • Le letture della fine dell’uomo in Derrida e Foucault, in «Iride», luglio 2011, il Mulino, Bologna, pp. 145-159.
  • L’officina (critica) del filosofo, in «Officine filosofiche», ottobre 2010, Pagnini Editore, Firenze.
  • La povertà, il diritto, la differenza, in (AA.VV. a cura di V. Lagioa) Li avrete sempre con voi. Povertà antiche e nuove, Patron Editore, Bologna 2010, pp. 167-171.
  • Pierre Hadot and Michel Foucault: two readings on self-care in the ancient philosophy, in «Montesquieu.it» n. 2, dicembre 2010, Clueb, Bologna.
  • Dal pensiero del fuori all’ordine del discorso. Foucault e il problema della letteratura, in «Dianoia» n. 13, dicembre 2008, Clueb, Bologna, pp. 227-243.
  • Il consumo del senso, in «Millepiani» n. 33, gennaio 2008, Ass. Culturale Eterotopia, Milano, pp. 155-169.
  • Relativismo dei valori, valore del marketing, in «Millepiani» n. 30, febbraio 2006, Ass. Culturale Eterotopia, Milano, pp. 141-153.
  • La messa in scena del reale, in «Millepiani», n. 29, maggio 2005, DeriveApprodi, Roma, pp. 87-94.
  • Teoria del consumatore e crisi di cittadinanza, in «Millepiani» n. 28, novembre 2004, DeriveApprodi, Roma, pp. 185-205.
  • Il postmoderno di fronte alla povertà, in «Millepiani» n. 26 , gennaio 2004, Mimesis, Milano, pp. 99-109.
  • L’impegno filosofico in Foucault e Lyotard tra moderno e postmoderno, in «Dianoia» n. 8, dicembre 2003, Clueb, Bologna, pp. 225-252.
  • Il mondo come immagine del mondo, in «La Stanza Rossa», ottobre 1997, Edizioni dell’Ortica, Bologna.
  • L’estetico nella comunicazione, in Virtual light: nuove frontiere nella comunicazione e nell’arte (a cura di A. Marino), Associazione culturale Multilink, Bari 1996, pp. 16-17.
  • L’interazione nell’arte, in «La Stanza Rossa», giugno 1996, Edizioni dell’Ortica, Bologna.
  • L’arte nell’informazione, in «La Stanza Rossa», marzo 1996, Edizioni dell’Ortica, Bologna.
  • L’estetico nella comunicazione, in «La Stanza Rossa», dicembre 1995, Edizioni dell’Ortica, Bologna.
  • Idealismo virtuale e ruoli dell’arte, in «La Stanza Rossa», settembre 1995, Edizioni dell’Ortica, Bologna.
  • La nuova avanguardia dell’estetismo di massa, in «La Stanza Rossa», gennaio 1995, Edizioni dell’Ortica, Bologna.
  • Tra estetica del gusto ed estetismo dell’arte, in «La Stanza Rossa», novembre 1994, Edizioni dell’Ortica, Bologna.
  • Brevi indizi per un’estetica del virtuale, in «La Stanza Rossa», maggio 1994, Edizioni dell’Ortica, Bologna.

Traduzioni

  • Serge Latouche, Lavoro e decrescita: una doppia sfida, (traduzione di Stefano Righetti), in «Officine filosofiche» n. 4, Ecologia, decrescita, dispositivo, Mucci, Modena, 2018, pp. 21-45.
  • François-Marie Arouet Voltaire, Note supplementari al ‘Saggio sui costumi’, in «Montesquieu.it», febbraio 2016.