Alberto Giorgio Cassani
Alberto Giorgio Cassani

Ha vissuto a Milano, Bologna e Torino. Ora vive a Ravenna e Venezia. Si è laureato in Architettura al Politecnico di Milano con una tesi sul simbolismo del ponte seguita da Massimo Cacciari e da Augusto Rossari. Ha conseguito il titolo di Dottore di ricerca in Conservazione dei beni architettonici. Dopo alcuni anni d’insegnamento a contratto di Teoria e storia del Restauro al Politecnico di Milano, ha ottenuto la cattedra di ruolo di Elementi di architettura e urbanistica, prima a Torino e poi a Venezia. È membro, redattore, curatore e corrispondente delle riviste «Anfione e Zeto», «Albertiana», «Annuario ABA di Venezia», «Artes Renascentes» e collabora con «Casabella». Ha al suo attivo numerose pubblicazioni dedicate a Leon Battista Alberti, alla teoria della conservazione e del restauro, alla storia dell’architettura moderna e contemporanea, alla letteratura sulle città e alla fotografia urbana e di paesaggio.

1986: Laureato in Architettura al Politecnico di Milano. 1993: Dottore di ricerca in Conservazione dei beni architettonici. 1995-a oggi: Docente a contratto di Elementi di architettura e urbanistica all’Accademia di Belle Arti di Ravenna. 1996-2002: Docente a contratto di Teorie e storia del restauro al PdM. 2001-2003: Docente di prima fascia di ruolo di Elementi di architettura e urbanistica all’Accademia di Belle Arti di Torino. 2004-a oggi: Docente di prima fascia di ruolo di Elementi di architettura e urbanistica all’Accademia di Belle Arti di Venezia. 2019: Docente a contratto di Storia dell’architettura all’università di Bologna –Dip. di Conservazione dei beni culturali-Campus di Ravenna.

Principali pubblicazioni: Le Barcellone perdute di Pepe Carvalho, presentazione di M. V. Montalbán, Milano, Unicopli, 2000, 20112; La fatica del costruire. Tempo e materia nel pensiero di Leon Battista Alberti, Milano, Unicopli, 2000, 20042 (con postfazione di M. Cacciari); Figure del ponte. Simbolo e architettura, Bologna, Pendragon, 2014; L’occhio alato. Migrazioni di un simbolo, con uno scritto di M. Cacciari, Torino, Nino Aragno, 2014.
Curatele: Tomaso Buzzi 1900-1981. Il principe degli architetti, Milano, Electa, 2008; Giacomo Quarenghi e l’Accademia di Belle Arti di Venezia, cat. della mostra (Venezia, Magazzino del Sale n. 3, 15 dicembre 2017-28 febbraio 2018), in collaborazione con A. Munari ed E. P. Zanon, Cinisello Balsamo, Silvana Editoriale, 2018; Enrico Galassi. L’artista fuorilegge 1907-1980, Cat. della mostra (Ravenna, Palazzo Rasponi dalle Teste, 16 febbraio – 22 marzo 2020), Ciclo “Novecento rivelato/4”, Ravenna, Pagine Edizioni, 2020.